Articoli Lettera Napoletana


Messa-Tridentina
Articoli Lettera Napoletana

TRADIZIONE: UNA NUOVA MESSA TRIDENTINA A NAPOLI

(LETTERA NAPOLETANA) – Una nuova Messa in rito romano antico, detto Tridentino, viene celebrata a Napoli dal mese di febbraio nel Santuario di San Gaetano (ipogeo della Basilica di San Paolo Maggiore, piazza San Gaetano 78), nel cuore del centro antico della città. La Messa, a norma del Motu Proprio Summorum Pontificum di Papa Benedetto XVI, è promossa dal gruppo stabile di fedeli (Coetus Fidelium) “San Gaetano e Sant’Andrea Avellino” la domenica ed i giorni festivi alle 11.30. (LN109717)   Consulta l’elenco delle Messe in rito Tridentino a Napoli ed in Campania Consulta l’elenco delle Messe in rito Tridentino in Italia Scarica l’opuscolo “Come ottenere una Messa Tridentina”

Leggi tutto 0 Comments
cittadella-Messina
Articoli Lettera Napoletana

DUE SICILIE: LA STORIA DI DE’ SIVO L’11 MARZO AL CONVEGNO DI MESSINA

(Lettera Napoletana) La “Storia delle Due Sicilie dal 1847 al 1861 “ di Giacinto de’ Sivo ripubblicata in una nuova edizione (Grimaldi Editori & C. Napoli, 2016) , sarà presentata sabato 11 marzo a Messina, nell’ambito delle celebrazioni per il 156° anniversario dell’eroica difesa della Real Cittadella di Messina, organizzato dall’Associazione Amici del Museo animata dagli studiosi Franz Riccobono e Marco Grassi, con il patrocinio del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio. L’appuntamento è alle 17.30 nella chiesa di S. Maria Alemanna (Via Sant’Elia). Ai partecipanti al Convegno la Storia delle Due Sicilie dal 1847 al 1861 (2 voll., pp. 515-504, € 59,90), sarà offerta con lo sconto del 10%. Domenica 12 marzo si svolgerà la visita alla Real Cittadella, con la commemorazione dei fatti d’arme del 1860-61, che videro i difensori della piazzaforte borbonica, al comando del maresciallo …

Leggi tutto 0 Comments
Seminario 2017
Articoli Lettera Napoletana

“PER UN’ECONOMIA DELLA TRADIZIONE”, SEMINARIO 2017 DELLA FONDAZIONE IL GIGLIO

(Lettera Napoletana) È dedicato all’Economia il seminario di formazione 2017 della Fondazione Il Giglio e di Fraternità Cattolica per l’azione civico-culturale. “Per un’economia della Tradizione” è il tema del seminario che si svolgerà dal 6 marzo al 22 maggio, articolato in sei incontri, nella sede della Fondazione Il Giglio, ed all’Hotel Renaissance Mediterraneo, a Napoli. Come si inserisce l’Economia nella dottrina sociale cattolica? Che cosa ha determinato la fuoriuscita dall’economia del Medioevo, fondata sul principio del “giusto prezzo”, e la nascita del mercantilismo? Su che cosa poggia l’attuale potere della banche e come è avvenuta progressivamente la “finanziarizzazione” dell’Economia? Infine, come operare per una progressiva “riconquista” dell’Economia? Questi gli argomenti degli incontri che saranno trattati dal prof. Guido Vignelli, del Comitato scientifico della Fondazione Il Giglio, dal prof. Adriano Nardi, già docente all’Università Federico II di Napoli ed all’Università del …

Leggi tutto 0 Comments
LN-109-Fergola
Articoli Lettera Napoletana

DUE SICILIE: TUTTI GLI ERRORI DEL PROF. JOHN A. DAVIS

(LETTERA NAPOLETANA) Nel catalogo della mostra “Fergola, lo splendore di Un Regno“, esposta a Palazzo Zevallos di Napoli, fino al 2 aprile (cfr. LN 107/16, Due Sicilie: Nei quadri di Fergola lo splendore del Regno in mostra) lo studioso americano John A. Davis, docente di Storia moderna italiana all’University of Connecticut, firma un breve saggio introduttivo (“Salvatore Fergola e Napoli all’epoca di Ferdinando II”). Davis, per anni schierato con la storiografia risorgimentale e crociana, ha rivisto in maniera piuttosto netta i cliché storiografici su una presunta arretratezza economia del Regno delle Due Sicilie in un libro del 2006 “Naples and Napoleon: Southern Italy in the Age of the European Revolutions” (Oxford University Press, 2006, trad. It. “Napoli e Napoleone. L’Italia meridionale e le rivoluzioni europee (1780-1860)”, Rubettino, Soveria Mannelli 2014) contestando a Croce ed alla storiografia idealistica di aver costruito a tavolino una …

Leggi tutto 0 Comments
Gaeta-2017
Articoli Lettera Napoletana

Due Sicilie: la Storia di de’ Sivo a Gaeta, 10-12 febbraio

La “Storia delle Due Sicilie” di Giacinto de’ Sivo, pubblicata in una nuova edizione dalla Grimaldi & C. Editori (Napoli, 2016), con l’introduzione di Gennaro De Crescenzo, sarà presentata a Gaeta l’11 febbraio, alle 17:30, nell’ambito del Convegno promosso dal Movimento Neoborbonico. L’opera più importante sulle cause della fine del Regno delle Due Sicilie, il complotto internazionale di Francia ed Inghilterra, il ruolo della massoneria e delle altre sette segrete nell’infiltrazione tra i vertici militari ed i quadri amministrativi della monarchia borbonica sarà presentata da Marina Carrese, presidente della Fondazione Il Giglio. La “Storia delle Due Sicilie dal 1847 al 1861” di Giacinto de’ Sivo (2. voll., pp. 1019, € 59,90) sarà offerta ai partecipanti del Convegno di Gaeta con lo sconto del 10%. Prenota ora la tua copia e ritirala a Gaeta, presso lo stand della Fondazione Il Giglio. Oppure acquista ora La Storia delle Due Sicilie con lo sconto 10% valido fino al 12 febbraio (+ spese …

Leggi tutto 0 Comments
JA-Filippo-Curletti
Articoli Lettera NapoletanaHome PageTemi Storici

Due Sicilie: il complotto del Risorgimento, memorie di un agente segreto

(Lettera Napoletana) – di Annamaria Nazzaro – È uno spaccato reale del Risorgimento, costruito da sapienti ed occulti registi ancora prima di essere realmente vissuto, quello che ci viene offerto da un documento “dall’interno”, appena ripubblicato. “La Verità sopra gli uomini e le cose del Regno d’Italia. Rivelazioni di J.A. Già agente segreto del Conte di Cavour”. Prefazione di Gennaro De Crescenzo (Stamperia del Valentino, Napoli 2016 pp. 94, € 13,00) uscì negli anni 1861-62 anche in francese. Si tratta del diario autobiografico di un anonimo, J. A. (si tratterebbe di Filippo Curletti), ingaggiato dallo stesso Conte di Cavour come spia, spesso, dei suoi stessi “fedelissimi” collaboratori. Dal rito di iniziazione di J. A., ai fatti raccontati, al clima di ombre e sospetti, tutto lascia trasparire e prova chiaramente l’intervento della longa manus massonica sul periodo risorgimentale. Dal diario di …

Leggi tutto 0 Comments
LN-108-Marotta
Articoli Lettera Napoletana

Sud: l’Istituto di Marotta, una controstoria da scrivere

(Lettera Napoletana) Poco più di 500 persone hanno partecipato sabato 28 gennaio a Napoli al “rito laico” che ha sostituito il funerale dell’avvocato Gerardo Marotta, fondatore dell’Istituto per gli Studi Filosofici. In poco più di 100 si sono ritrovati nel salone di Palazzo Serra di Cassano dove per tre giorni è rimasta esposta la bara. Queste le cifre effettive, anche se qualche giornale ha scritto di 2 mila persone presenti. La Napoli reale è rimasta lontana, come in questi 40 anni di attività di un’istituzione estranea alla sua cultura ed alla sua tradizione, che è servita solo a dirottare verso una ristretta ed autoreferenziale cerchia intellettuale ed affaristica enormi risorse pubbliche, sottraendole alla città. Un funerale è per definizione una occasione triste, ma la cerimonia “laica” scelta per Marotta è stata lugubre. Neanche una croce a Palazzo Serra di Cassano, …

Leggi tutto 0 Comments
LN-107-4
Articoli Lettera Napoletana

SUD: 2016, BILANCIO POSITIVO PER IL PROGETTO COMPRASUD

(Lettera Napoletana) Imprese aderenti al circuito in aumento, numero di clienti fidelizzati in crescita costante ed un “appeal” crescente sui consumatori meridionali. È il bilancio 2016 del Progetto CompraSud. La seconda edizione di “A Natale RegalaSud”, svoltasi il 10 dicembre nel roof garden dell’Hotel Renaissance Mediterraneo di Napoli, ha visto una significativa presenza di imprese meridionali, che hanno messo in vetrina i propri prodotti. La manifestazione, svoltasi con il contributo della Banca di Credito Popolare di Torre del Greco (BCP), ha messo in contatto imprese di diversi comparti aderenti al Progetto CompraSud con nuovi clienti, ed è stata l’occasione per sviluppare il percorso che deve portare le imprese aderenti a “fare rete” tra loro, creando sinergie utili alla loro crescita ed a quella del Progetto CompraSud. Gli interventi di Marina Carrese, presidente della FONDAZIONE IL GIGLIO, e di Gennaro De …

Leggi tutto 0 Comments
LN-107-3
Articoli Lettera Napoletana

CULTURA: ECCO IL PRIMO DIZIONARIO ZOOLOGICO NAPOLETANO

(Lettera Napoletana ) – di Annamaria Nazzaro – Apparentemente è “soltanto” un dizionario, anomalo per taluni aspetti, tanto da renderlo una piccola enciclopedia del Regno Animale, originale perché scritto prevalentemente in lingua napoletana, bilingue perché i lemmi (voci) sono anche tradotti in italiano, scientifico perché riporta la classificazione in latino e la descrizione dei singoli organismi. È il “Dizionario Zoologico Napoletano”, frutto di una accurata e preziosa ricerca di Ottavio Soppelsa, docente di Zoologia all’Università Federico II ed appassionato studioso di lingua e tradizioni napoletane, appena pubblicata (M. D’Auria Editore, Napoli 2016, pp. 552, € 34). In realtà si tratta di un’opera di narrativa che descrive gli aspetti biologici dell’animale, legando ad esso il vissuto popolare tra la storia e la leggenda. Non è un’opera tassonomica, ma un racconto mitologico e un archivio storico. Soppelsa, nel suo Dizionario Zoologico Napoletano …

Leggi tutto 0 Comments
LN-107-2
Articoli Lettera Napoletana

DUE SICILIE: NEI QUADRI DI FERGOLA LO SPLENDORE DEL REGNO IN MOSTRA

(Lettera Napoletana ) – di Adriana Dragoni – Fino al 2 aprile 2017, Palazzo Zevallos, a Napoli, ospita la mostra “Fergola, lo splendore di un Regno”. Si tratta di 63 dipinti e tele provenienti da vari Musei, tra i quali Capodimonte e San Martino, e dal Palazzo Reale di Napoli. Salvatore Fergola (1796-1874) fu il cantore della Restaurazione borbonica, soprattutto da quando, nel 1829, fu nominato dal re Francesco I pittore di Corte. Con Francesco I (1825-1830) visitò la Spagna e la Francia, disegnandone le emergenze monumentali. Con Ferdinando II (1830-1859) illustrò quelle innovazioni tecnologiche che sono considerate i primati del Regno. Quindi, tra le altre, ritrasse, nel 1839, l’inaugurazione della ferrovia Napoli-Portici (che fu, come si sa, la prima ferrovia italiana), della Napoli-Castellammare di Stabia, del tratto in costruzione della Torre Annunziata-Nocera, della Napoli-Caserta e della sua deviazione verso …

Leggi tutto 0 Comments