Storia delle Due Sicilie


Carlo-III
Storia delle Due Sicilie

CARLO DI BORBONE: A 300 ANNI DALLA NASCITA DEL “RE NOSTRO”

L’attesa per il “Re Nostro”, come a Napoli chiamavano Carlo di Borbone, il restauratore del Regno di Napoli e di Sicilia, era grande. E lui non la deluse. Fu il Sovrano delle grandi opere pubbliche, dello sviluppo urbanistico, della Napoli grande capitale europea, della stupenda collezione Farnese, degli Scavi archeologici di Pompei ed Ercolano, dell’organizzazione dell’Esercito e della Marina, dell’avvio della costruzione del più importante Stato della penisola italiana. Sinceramente cattolico, come la consorte, Maria Amalia di Sassonia – che, ispirandosi alla predicazione di S. Alfonso Maria de’ Liguori, cuciva gli abiti dei Pastori, avviando la grande tradizione del Presepe …

Leggi tutto 0 Comments
Alli_trideci_de_giugno
Storia delle Due Sicilie

Sanfedismo ieri e oggi

La festa Alli tridece de giugno, in ricordo della vittoriosa impresa del Cardinale Fabrizio Ruffo e della sua Armata Cristiana e Reale, rapidamente costituita da migliaia di volontari, nella risalita dalle Calabrie a Napoli, è un appuntamento fisso nelle attività della Fondazione Il Giglio. La festa, che unisce la rievocazione del passato e della memoria delle Due Sicilie e l’iniziativa presente di ricostruzione del tessuto socio-economico meridionale, con l’apporto delle aziende che aderiscono al Progetto CompraSud, si apre sempre con un convegno storico, nella convinzione che la battaglia culturale preceda necessariamente quella civile, e ancor più quella politica. Senza la …

Leggi tutto 0 Comments
Ln_89_2
Storia delle Due Sicilie

L’EPOPEA SANFEDISTA – scarica il testo di Guido Vignelli

(Lettera Napoletana) La riconquista del Regno di Napoli da parte dei volontari dell’Armata della Santa Fede, guidata dal Cardinale Fabrizio Ruffo (13 giugno 1799) resta un insegnamento prezioso che fornisce indicazioni fondamentali per il riscatto del Sud. Questo il contenuto dell’intervento dello studioso di dottrine politiche e saggista Guido Vignelli (“Il Sanfedismo ieri e oggi”) al convegno “Alli tridece de giugno….” svoltosi il 12 giugno scorso al Centro Ippico Montenuovo di Pozzuoli-Arco Felice (Napoli) per iniziativa della Fondazione Il Giglio e del Movimento Neoborbonico. Guido Vignelli ha pubblicato, insieme ad Alessandro Romano, “Perché non festeggiamo l’unità d’ Italia” (Editoriale Il …

Leggi tutto 0 Comments
Emile de Christen
Battaglia delle IdeeStoria delle Due Sicilie

Eroi – Emile de Christen: un cavaliere al servizio di Francesco II

Vi sono personaggi poco o nulla conosciuti, o relegati a ruoli minori dalla narrazione storica, che invece meriterebbero ben altri onori perché hanno speso la propria vita per ideali che travalicano l’importanza degli stessi avvenimenti di cui sono stati protagonisti.  Come coloro che, in ogni tempo, combatterono guerre che non li avrebbero coinvolti se essi stessi non avessero scelto liberamente di mettere il proprio valore al servizio di una causa e di una fede. Non di mercenari si parla, naturalmente, ma di cavalieri, perché proprio con la Cavalleria medioevale nasce la nobile figura del soldato che combatte, non per offendere …

Leggi tutto 0 Comments
Industria_carta_1800
Battaglia delle IdeeStoria delle Due Sicilie

L’economia del Regno

Il mito di un Regno delle Due Sicilie essenzialmente agricolo, con un’industria appena nascente, in grave ritardo rispetto al resto d’Europa a causa della miseria diffusa e della paralizzante burocrazia borbonica, resiste caparbiamente nonostante sia stato più volte clamorosamente smentito dalla ricerca storica d’archivio, di cui il libro del prof. Gennaro De Crescenzo, Le industrie del Regno di Napoli, è un esempio prezioso. In realtà, l’economia del Regno era più che florida e in particolare l’industria era ad un livello tutt’altro che iniziale, raggiungendo in alcuni settori punte d’eccellenza, per qualità e quantità di prodotti. Industria Il Regno napoletano era …

Leggi tutto 0 Comments
Mongiana
Battaglia delle IdeeStoria delle Due Sicilie

Regie Ferriere di Mongiana

L’industrializzazione del Regno delle Due Sicilie era in piena attuazione nel 1860 e toccava già punte d’eccellenza in diversi settori. La conquista del Regno interruppe l’espansione dell’industria meridionale perché le industrie del Nord, che avevano in parte finanziato l’impresa, non ammettevano concorrenza e richiedevano manodopera a basso costo. Il testo che presentiamo, della prof.ssa Mariolina Spadaro, dell’Università Federico II di Napoli,  è una documentata ricerca sulle Ferriere di Mongiana, uno dei siti industriali di maggior rilievo del Regno sorto nelle Calabrie, in quella che oggi è la regione più povera d’Italia, dove la disoccupazione raggiunge percentuali a due cifre e dalla quale l’emorragia …

Leggi tutto 0 Comments
Volonnino
Battaglia delle IdeeStoria delle Due Sicilie

Sul brigantaggio

di Marina Carrese   Il 7 settembre 1860, Garibaldi entrava in Napoli alla testa delle sue truppe rivoluzionarie, per imporre il nuovo ordine istituzionale al popolo del Regno delle Due Sicilie. Non si trattò della prima sollevazione armata popolare in assoluto, poichè già altri scontri si erano avuti in altre zone, ma la data rende significativa la vicenda di Montemiletto, perché indica che sin dall’inizio il nuovo regno d’Italia, non ancora ufficialmente nato, ebbe contro quel popolo in nome del quale pretendeva di legittimarsi agli occhi delle potenze europee. Quello stesso giorno, a Montemiletto, nell’avellinese, ebbe luogo una sanguinosa azione …

Leggi tutto 0 Comments
Fenestrelle
Battaglia delle IdeeStoria delle Due Sicilie

Un gulag tra le Alpi

“Gli oltraggi subiti dalle popolazioni meridionali sono incommensurabili: Sono convinto di non aver fatto male, nonostante ciò non rifarei la via dell’Italia meridionale, temendo di essere preso a sassate, essendosi colà cagionato solo squallore e suscitato solo odio” (G. Garibaldi). Questa vera e propria confessione del cosiddetto “eroe dei due mondi” la dice lunga su quello che è stata l’occupazione piemontese delle regioni già facenti parte del Regno delle Due Sicilie. Un’occupazione tanto feroce da farsi bollare per bocca di un politico non certo sospettabile di simpatie reazionarie, Antonio Gramsci, con queste terribili parole: “Lo Stato italiano è stato una …

Leggi tutto 0 Comments
Napoleone_III
Battaglia delle IdeeStoria delle Due Sicilie

Quel “grido” era in francese!

Il 10 gennaio 1859, Vittorio Emanuele II re di Piemonte, in conclusione del discorso della corona al Parlamento piemontese, pronunciò la celebre frase del “grido di dolore che da tante parti d’Italia si leva”, che fu il segnale d’apertura della stagione risorgimentale e che servì per giustificare l’invasione, l’occupazione e l’annessione del Regno delle Due Sicilie e del resto d’Italia. In realtà, stando ai documenti conservati presso l’Archivio di Stato di Torino e citati da ricercatori, parrebbe che la celebre frase non sia scaturita della vena lirica di Vittorio Emanuele (effettivamente poco incline alle raffinatezze della cultura, per quanto si …

Leggi tutto 0 Comments
Totaro_brigante
Battaglia delle IdeeStoria delle Due Sicilie

Perché divennero “briganti”

di Gennaro De Crescenzo   “Merito la morte perché sono stato assai crudele contro parecchi che mi caddero tra le mani; ma merito anche pietà e perdono perché contro mia indole mi hanno spinto al delitto. Ero sergente di Francesco II e ritornato a casa come sbandato mi si tolse il brevetto, mi si lacerò l’uniforme, mi si sputò sul viso e poi non mi si diede più un momento di pace facendomi soffrire sempre ingiurie e maltrattamenti: si cercò pure di disonorarmi una sorella, laonde accecato dalla rabbia e dalla vergogna non vidi altra via di vendetta che quella …

Leggi tutto 0 Comments