20150612_0
Home Page

“ALLI TRIDECE DE GIUGNO”: RICORDO, FESTA ED IDENTITÀ RIAFFERMATA

È stata una serata per ricordare, per festeggiare e per riaffermare l’identità meridionale quella organizzata al CIM (Centro Ippico Montenuovo) di Pozzuoli (Napoli) dalla Fondazione Il Giglio e dal Movimento Neoborbonico il 12 giugno. Il ricordo della riconquista vittoriosa del Regno (13 giugno 1799) da parte dei volontari inquadrati dal Cardinale Fabrizio Ruffo, che travolsero francesi e giacobini. La festa per un’impresa davvero epica, anche se non è entrata nei libri di storia, come hanno ricordato il prof. Gennaro De Crescenzo, presidente del Movimento Neoborbonico e la prof.ssa Maria Carmela Spadaro, docente all’Università Federico II. La riaffermazione dell’identità con la presenza delle imprese aderenti al Progetto CompraSud, che hanno allestito stand con i propri prodotti. Affollato il Centro Ippico Montenuovo di militanti, ma anche di studiosi ed appassionati di storia meridionale, e di imprenditori interessati al Progetto CompraSud. Marina Carrese …

Leggi tutto 0 Comments
Aggressione_militare
Home Page

la nuova pubblicazione de Il Giglio

L’aggressione militare al Regno delle Due Sicilie di Mario Montalto Collana Le Sensiglie, pp. 48, 8 immagini a colori € 10,00 È dedicato alla fase conclusiva del Regno delle Due Sicilie e alle cause della sconfitta militare che ne segnò la fine. Scritto dall’ammiraglio Mario Montalto, l’agevole testo prende in esame i “fattori di potenza e di debolezza” dell’esercito borbonico, gli errori strategici compiuti nel 1860, la diversa concezione della guerra alla quale si ispiravano i due eserciti che si fronteggiarono sul Volturno e durante l’assedio di Gaeta. Montalto, studioso di storia militare, giunge alla conclusione che la sconfitta militare non fu dovuta all’implosione del Regno, come vogliono alcuni storici, né all’inadeguatezza delle forze o dell’armamento, tanto meno allo scarso valore dei soldati borbonici. La causa principale furono le “termiti“.   Vai alla scheda del libro  

Leggi tutto 0 Comments
Logo_giglio
Home Page

Il 5 x 1000 ? Dallo a chi si batte per le Due Sicilie !

Dallo alla Fondazione Il Giglio codice fiscale 95167440635   La Fondazione Il Giglio è una fondazione culturale indipendente e autofinanziata e, per scelta, non riceve alcun tipo di contributo pubblico o di associazioni, partiti e lobby, per essere completamente libera da qualsiasi condizionamento. Le attività culturali che svolge sono completamente autofinanziate e senza fini di lucro. Il tuo 5 x 1000 può esserci di grande aiuto per continuare la battaglia per il presente ed il futuro delle Due Sicilie! Nella tua dichiarazione dei redditi annuale puoi scegliere il soggetto a cui destinare la quota del 5 x 1000 dell’imposta sul reddito, senza alcun costo aggiuntivo.  Non si tratta di un’alternativa alla quota da destinare alla Chiesa Cattolica, ma della possibilità di contribuire ad attività culturali, di volontariato o istituzionali di tua preferenza. Basta indicare nell’apposito riquadro per la “scelta del 5 per mille …

Leggi tutto 0 Comments
LN_87_2
Home Page

La Libertà Tirannia

(Lettera Napoletana) (GUIDO VIGNELLI). Un prezioso libretto, uscito in prima edizione semiclandestina a cura di Carlo E. Manfredi e Giovanni Cantoni (Edizioni di Restaurazione Spirituale, Piacenza 1960), è stato ora ristampato dalla casa editrice Solfanelli (Chieti 2015, pp. 112, € 10). Si tratta di “La libertà tirannia”, che sotto questo titolo riunisce sei articoli scritti dal padre gesuita Luigi Taparelli d’Azeglio, tra l’estate e l’inverno del 1860, sulla rivista La Civiltà Cattolica, della quale era uno dei fondatori e animatori. Gianandrea de Antonellis, lo studioso beneventano che ha curato questa nuova edizione, ha aggiunto alla fine del libro l’articolo biografico dedicato al grande gesuita dal suo confratello Paolo Pirri, apparso per la prima volta come voce nella Enciclopedia Cattolica. Questi articoli del Taparelli rispondono alla pubblicistica diffusa dal liberalismo risorgimentale contro il potere temporale dei Papi e la libertà della …

Leggi tutto 0 Comments
Liberazione_Loredo
Home Page

Il ritorno inquietante della “Teologia della liberazione”

(Lettera Napoletana) – Accantonata con la sconfitta dei regimi comunisti, alla quale era strettamente legata e sconfessata nel 1984 dalla Congregazione per la Dottrina della Fede, la Teologia della liberazione sta conoscendo con Papa Bergoglio un sorprendente revival, probabilmente favorita dalla crisi economica mondiale.  Uno dei suoi padri, il sacerdote peruviano Gustavo Gutiérrez ha potuto presentare in Italia, alla fine del 2013, la traduzione italiano del libro scritto nel 2004 insieme al Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede Mons. Gerhard Muller, “Dalla parte dei poveri. Teologia della liberazione, teologia della Chiesa”. Uno dei suoi sostenitori, il Cardinale brasiliano João Braz de Avis – noto per aver chiesto ed ottenuto dal Papa il commissariamento dell’Ordine tradizionalista dei Francescani dell’Immacolata – è stato nominato nel 2011 Prefetto per la Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata, l’Osservatore Romano (4.9.2013) ha …

Leggi tutto 0 Comments
LN_38_2
Home Page

Spagna: Podemos, i nostalgici della ghigliottina

(Lettera Napoletana) – Le elezioni regionali in Andalusia svoltesi il 22 marzo hanno fatto segnare per Podemos, la formazione di estrema sinistra nata un anno fa dal movimento dei cosiddetti Indignados, un risultato al di sotto delle ottimistiche previsioni della stampa, alimentate dai sondaggi della vigilia. Podemos ha ottenuto il 14,85% e 600 mila voti (su quasi 6 milioni e mezzo di votanti), in elezioni caratterizzate da un alto tasso di astensionismo (39.8%). Ma il movimento di estrema sinistra, che si definisce non ideologico, ma applica nell’analisi politica le categorie marxiste, sembra destinato a raccogliere gli scontenti del Psoe (Partito socialista spagnolo), che ha perso 100mila voti e 4 punti percentuali in Andalusia rispetto al 2012 e forse anche qualcosa dell’elettorato del PP (Partito Popolare), che ha perso 500 mila voti (dal 40,6 del 2012 al 26,7%), come è accaduto …

Leggi tutto 0 Comments
Terra_fuochi
Home Page

Terra dei fuochi: una sentenza contro la disinformazione

(Lettera Napoletana – Dic. 2014) Una sentenza della Cassazione fa luce sulla campagna di disinformazione condotta a proposito della cosiddetta “Terra dei Fuochi”, area compresa tra l’entroterra a Nord di Napoli e la provincia di Caserta, dove da anni vengono sversati rifiuti anche tossici, poi eliminati tramite l’accensione di roghi. La sentenza n. 450001 della I Sezione penale della Corte di Cassazione (Presidente Arturo Cortese, relatrice Maria Stefania Di Tomassi) ha accolto il ricorso di un imprenditore agricolo, Vincenzo Capasso, i cui terreni a Caivano (Napoli), coltivati a pomodori ed altri ortaggi, sono stati sequestrati “a scopo preventivo” il 17 febbraio 2014 dal Corpo Forestale dello Stato, su disposizione della Procura di Napoli, per un preteso rischio di “avvelenamento”. Il Tribunale del Riesame aveva respinto il ricorso contro il sequestro, presentato dall’avvocato Marco De Scisciolo. Nella sua sentenza la Cassazione …

Leggi tutto 0 Comments