Carlo_120anni
Home Page

IL PRINCIPE CARLO PREGA PER S.M. FRANCESCO II DI BORBONE

S.A.R. Il Principe Carlo di Borbone-Due Sicilie ha partecipato alle celebrazioni per i 120 anni dalla morte di S. M. Francesco II (1836 -1894).  Sabato 22 novembre il Principe ha assistito nella chiesa di S. Ferdinando di Palazzo alla Messa di Suffragio per l’ultimo Re delle Due Sicilie e si è raccolto in preghiera in ricordo del suo antenato. Il percorso terreno di Francesco II è stato contraddistinto dalla difesa della dignità e dell’onore napoletano, e dalla santità di vita durante il lungo esilio. La Fondazione il Giglio auspica che i suoi grandi meriti trovino riconoscimento con l’apertura della causa di beatificazione che lo elevi all’onore degli altari, ed invita i propri soci ed amici alla preghiera ed alla raccolta di informazioni e testimonianze che possano contribuire a questo grande risultato. Dopo il rito a S. Ferdinando, il Principe Carlo …

Leggi tutto 0 Comments
FrancescoII_120esimo
Home Page

S. M. FRANCESCO II BORBONE, SANTO E SOLDATO

La Fondazione Il Giglio si associa alle celebrazioni per 120 anni dalla morte di S.M. Francesco II di Borbone (Napoli 1836 – Arco di Trento 1894), ultimo Re delle Due Sicilie, promosse dal Movimento Neoborbonico con il patrocinio del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio. Figlio della Beata Maria Cristina, moglie di Ferdinando II e Regina di Napoli, era profondamente religioso e seppe affrontare cristianamente i lunghi anni dell’ esilio e della sofferenza, fino alla morte in solitudine e nell’anonimato, ad Arco di Trento. Ma a soli 23 anni, quando divenne Re, affrontò con coraggio l’aggressione piemontese, l’ostilità di Inghilterra e Francia, principali potenze dell’epoca, il tradimento dei corrotti passati al nemico, che lo circondavano a Corte e agli alti gradi dell’ Esercito. Re Francesco II seppe combattere con onore, da soldato napoletano, a Capua, sul Volturno ed a …

Leggi tutto 0 Comments
caserta
Home Page

“Corso Ferdinando II di Borbone” a Caserta

Il 12 novembre, il Consiglio Comunale di Caserta, approvando la proposta del consigliere di minoranza Luigi Cobianchi (Futuro e Libertà), ha votato un ordine del giorno che impegna l’amministrazione comunale a ripristinare la denominazione storica di Corso Ferdinando II per Corso Trieste, arteria principale della città. “Si tratta di un omaggio della città di Caserta e del Consiglio Comunale ai Borbone” ha dichiarato il sindaco Pio Del Gaudio (Forza Italia) (“Corriere del Mezzogiorno” on-line, 13.11.2014). Infatti, nella motivazione della proposta viene ricordato il «profondo vincolo che lega indissolubilmente Caserta alla dinastia Borbonica che, di fatto, la creò e la rese grande e munifica, con una serie di opere e monumenti, tre dei quali inseriti dall’Unesco nell’elenco dei beni patrimonio dell’umanità». L’iniziativa è stata accolta con grande favore dai cittadini e dai Campani in generale. Un sondaggio promosso dal sito del …

Leggi tutto 0 Comments
Condizioni_reame
Home Page

LA FINE DELLE DUE SICILIE, IL PAMPHLET DI CALÀ ULLOA. Stampa l’invito

Thesaurus Edizioni, nuova casa editrice napoletana, ha ripubblicato un’importante testimonianza sulle conseguenze dell’unificazione nell’ex Regno delle Due Sicilie. Si tratta di “Delle presenti condizioni del Reame delle Due Sicilie”, amaro pamphlet di Pietro Calà Ulloa, Primo Ministro del governo in esilio di Francesco II di Borbone, uscito nel 1862. Calà Ulloa (1801-1878), Duca di Lauria, Procuratore generale a Trapani, giurista ed uomo politico, era un liberale moderato e si era schierato nel 1848 con i sostenitori della Costituzione. Fu nemico di Giacinto de’ Sivo, al quale cercò di impedire la pubblicazione della sua fondamentale “Storia delle Due Sicilie dal 1847 al 1861”. Ma è probabile – come scrive Gennaro De Crescenzo nella sua introduzione – che di fronte ai fatti (la rovina di quella dinastia alla quale Calà Ulloa era leale), avesse rivisto in parte le sue posizioni. “Delle presenti …

Leggi tutto 0 Comments
MuroBerlino_0
Home Page

25 anni fa cadeva il Muro di Berlino

Il 13 agosto 1961 il regime comunista della Germania Est (DDR) cominciò la costruzione di un muro per dividere in due Berlino. L’accesso e l’uscita dalla parte orientale della città fu bloccato dai Vopos (abbreviazione per Volkspolizei, “Polizia popolare”) con le armi spianate. Nel giro di poche ore l’intera linea di confine tra le due Germanie era presidiata dalla polizia. L’obiettivo era quello arginare la fuga di massa verso l’Occidente di cittadini della “Repubblica democratica tedesca”, questo il nome ufficiale della Germania comunista, verso l’Occidente. Prima del completamento del muro fu collocato un reticolato di filo spinato alto due metri, completato il 15 agosto. Pochi giorni dopo un secondo ed un terzo reticolato di filo spinato furono aggiunti ai blocchi di pietra del muro, che già raggiungeva i tre chilometri di lunghezza. Si apriva così una delle pagine più atroci …

Leggi tutto 0 Comments
Pellegrinaggio della Tradizione 2014
Fraternità CattolicaHome Page

LA TRADIZIONE, RISPOSTA AL DISORIENTAMENTO NELLA CHIESA

Una risposta al momento di forte disorientamento e di incertezza della Chiesa. Così va considerata la presenza di circa 1500 fedeli di tutto il mondo a San Pietro, sabato 25 ottobre, per la S. Messa celebrata dal Cardinale Raymond Leo Burke, nell’ambito del III Pellegrinaggio Summorum Pontificum.  L’affluenza – hanno confermato gli organizzatori – è stata maggiore di quella delle prime due edizioni. Intorno al Cardinale Burke, Prefetto del Tribunale della Segnatura Apostolica, che ha riaffermato al recente Sinodo straordinario per la Famiglia la sua fedeltà alla dottrina cattolica con limpide prese di posizione ed ha firmato, insieme ai Cardinali Muller, Caffarra, Brandmuller e De Paolis, il libro-manifesto “Permanere nella verità di Cristo” (Cantagalli Edizioni), si sono raccolti clero e fedeli che vogliono difendere l’insegnamento tradizionale della Chiesa da qualunque stravolgimento operato in nome della “pastorale”. All’uscita dalla Basilica di …

Leggi tutto 0 Comments
Contro_Garibaldi_cop
Home Page

Ristampato il saggio-verità su Garibaldi

  Di nuovo disponibile il saggio che ha detto tutta la verità su un falso “eroe” il cui mito fu costruito a tavolino   Gennaro De Crescenzo Contro Garibaldi Appunti per demolire il mito di un nemico del Sud  Collana Saggi, ristampa 2013 – pagine 104 € 10,00 – sconto Soci 30%   Un Paese privo di identità nazionale, senza simboli comuni e riconosciuti da tutti gli abitanti, ha bisogno di miti. Quello dell’ “eroe dei due mondi” fu il prodotto della storiografia risorgimentale, espressione di quella piccola minoranza ideologica che unificò con la forza e l’inganno l’Italia. Usurata dal tempo, incapace di suscitare entusiasmi, ma ormai fissata definitivamente nell’olimpo mitologico dell’Italietta del Novecento, la figura di Garibaldi, in tempi più recenti, fu ripescata in chiave politica da chiunque fosse alla ricerca di una legittimazione del proprio potere. Continua a leggere

Leggi tutto 0 Comments