Il tuo contributo
La nostra storia
è la tua storia
 
La nostra battaglia
è la tua battaglia
 
SOSTIENI LA
FONDAZIONE
IL GIGLIO !
 
 

card.gif

 
bottone_bonifico.gif
 
 
bottone_ccp.gif
 
 
.........................................
 
 
LE DUE SICILIE
 
oggi come ieri
 
 
 

 

 

stemma_anim.gif

 

banner_socio.gif
 
 
Libri, gadget, dvd

Chiudi Catalogo Editoriale Il Giglio

Chiudi Collana Contro-rivoluzione

Chiudi Collana Le Sensiglie

Chiudi Collana Musica nostra

Chiudi Collana Saggi

Chiudi Collana Testi

Chiudi Gadget

Chiudi La biblioteca

Chiudi Libri rari o esauriti

Battaglia delle Idee

Chiudi Controinformazione

Chiudi Fede e dottrina

Chiudi Lettera Napoletana

Chiudi Storia delle Due Sicilie

Cerca nel sito



Verità della storia

La sistematica distruzione della sua memoria storica è stata parte della conquista e colonizzazione del Sud. La rappresentazione deformata e caricaturale della cultura e dei costumi dei popoli meridionali aveva lo scopo di convincerli della propria arretratezza e subalternità. In queste pagine vengono riprodotte fonti storiche, argomenti e notizie utili a rettificare i tanti falsi storici, i miti propagandistici ed i luoghi comuni diffusi ancora oggi sul Regno delle Due Sicilie.

 1. Facite ammuina
 2. Fenestrelle
 3. L'Esercito di Franceschiello
 4. L'Esercito di Franceschiello
 5. Inno delle Due Sicilie
 6. La repubblica partenopea
 7. Garibaldi
 8. Garibaldi
 9. Garibaldi
10. Garibaldi e la "spedizione dei Mille"
11. Il governo "negazione di Dio"
12. Un primato medico sconosciuto
13. La leggenda della Pizza Margherita
14. La camorra e l'unità d'Italia

 

 

.........................................................

 

Ma quali "fratelli d'Italia"

 

1_Inno_Re.jpg

 

Finalmente la nuova esclusiva 

esecuzione dell'Inno delle Due Sicilie

ascolta un brano

 

Adesso l'Inno c'è, 

non te lo perdere!

 

.........................................................

 

Logo_LN.jpg

periodico d'informazione online gratuito

ISCRIVITI ORA !

Lettera Napoletana
Per ricevere informazioni sulle novità di questo sito, puoi iscriverti alla nostra Newsletter.
Captcha
Ricopia il codice :
Progetto CompraSud

Logo_CompraSud_s.png

UN PATTO

TRA PRODUTTORI

E CONSUMATORI

 

Le aziende che aderiscono al Progetto CompraSud 

offrono sconti speciali 

ai Soci della Fondazione Il Giglio

e ai clienti dell'Editoriale Il Giglio

 

Cos'è il Progetto CompraSud 

 

Logo_DieciPrimi.png

 

Logo_DomusVesuvia.png

 

Logo_DiBernardo.png

 

Logo_Mattana.png

Contatti
Benvenuto su Fondazione Il Giglio

 
 
targaFII.png
 
 
 
 
PIAZZE PER BERLINGUER E LENNON, 
 
OBLIO PER I RE BORBONICI
 
 
 
manda una e-mail al sindaco De Magistris
 
 
 
 
 
 
 
 
Lo slargo tra Via Toledo e via Diaz, a Napoli, sarà intitolato all’ex segretario del partito comunista Enrico Berlinguer
 
Lo ha deciso il sindaco Luigi De Magistris, che ha accolto una proposta del consigliere comunale del Pd Antonio Borriello, ex dirigente del Pci. Il mese scorso la Commissione Toponomastica del Comune aveva dato parere favorevole. 
 
La lapide che intitola lo slargo di via Toledo, costruita dal vicerè Don Pedro di Toledo (1484-1553) nell’ambito della forte espansione urbanistica della città, sarà collocata nel corso di una cerimonia con la partecipazione di Bianca Berlinguer, figlia dell’ex segretario comunista (“la Repubblica”, 01.07.2014). 
 
E De Magistris annuncia che vuole intitolare “una strada, una piazza o un giardino di Napoli” all’ex beatles John Lennon e ne ha fatto richiesta alla Commissione Toponomastica (“Roma”, 01.07.2014). La proposta è stata approvata dalla Commissione il 14 aprile e adesso l’ufficio tecnico del Comune “sta individuando il luogo appropriato”.
 
Il Comune ricorda Berlinguer e Lennon, che niente hanno a che fare con la storia e la tradizione di Napoli.
 
Invece Ferdinando II di Borbone, il re dei primati, il sovrano che fece di Napoli una delle più importanti capitali del mondo, è dimenticato. Né un monumento, né una piazza, né una strada lo ricordano.
 
Al sindaco De Magistris chiediamo di intitolare subito una importante piazza oppure una strada principale di Napoli a Ferdinando II e gli ricordiamo che se oggi può vantarsi di essere sindaco di una grande e nobile città è per quanto i Borbone seppero realizzare e conservare del nostro grande passato. 
 
Altri Comuni, come Torre del Greco, lo hanno già fatto. A Napoli per i Re borbonici è ancora vergognoso oblio.
 
 
 
clicca
 
 
 
 
 
Condividi questo articolo
 
 
 
 
 

 

 
............................................................................................................................
 
 
 
 
Logo_bianco.png

 

UN  GESTO  CONCRETO  PER  LE  DUE  SICILIE:

DONA IL 5XMILLE ALLA FONDAZIONE IL GIGLIO !

 
 
 
La Fondazione Il Giglio è una fondazione culturale indipendente, che opera per ricostruire la memoria del Regno delle Due Sicilie.
 
Gli obiettivi che si propone sono la riscoperta dell’identità del Sud, attraverso la rivalutazione della cultura meridionale, e la formazione di una classe dirigente degna di riscattarne il futuro, nel rispetto delle radici cristiane e alla luce della tradizione cattolica europea e occidentale.
 
Le attività culturali che la Fondazione Il Giglio svolge sono completamente autofinanziate e senza fini di lucro.
 

Per questo oggi chiediamo il tuo aiuto!

 
La Fondazione Il Giglio può beneficiare della quota del 5xmille dell’imposta sul reddito, senza alcun costo aggiuntivo per chi lo devolve.
 
Per farlo basta indicare, nell’apposito riquadro per la "scelta del 5 per mille dell'Irpef" dei modelli di dichiarazione dei redditi (Unico, 730, CUD), il codice fiscale della Fondazione Il Giglio 95167440635, in questo modo:
 
 
 
5xmille.jpg
 
 
 
 
 
 
Non si tratta di un’alternativa alla quota da destinare alla Chiesa Cattolica, ma di un’ulteriore possibilità di scelta per contribuire ad attività culturali di sua preferenza.
 
 
Se invece vuoi sostenere la Fondazione Il Giglio con un’offerta diretta, è possibile utilizzare:
 
- il bonifico bancario (IBAN: IT 75 X 03069 03227 1000 0000 5511)
 
- il versamento su conto corrente postale (n. 001010630976)
 
- la carta di credito tramite www.paypal.org 
 
Scegli l'opzione che preferisci nel riquadro IL TUO CONTRIBUTO, in alto a sinistra.
 
 
 

Grazie sin da ora a tutti coloro che vorranno offrire

il loro aiuto per il futuro delle Due Sicilie! 

 
 
 
 
Condividi questo articolo
 
 
 
 

 

 
............................................................................................................................
 
 
 
L'ultima pubblicazione dell'Editoriale Il Giglio
 
 
 

Contro_Garibaldi_cop.jpgGennaro De Crescenzo

Contro Garibaldi

appunti per demolire il mito di un nemico del Sud

 
Un Paese privo di identità nazionale, senza simboli comuni e riconosciuti da tutti gli abitanti, ha bisogno di miti.
 
Quello dell’ “eroe dei due mondi” fu il prodotto della storiografia risorgimentale, espressione di quella piccola minoranza ideologica che unificò con la forza e l'inganno l’Italia.
 
Usurato dal tempo, incapace di suscitare entusiasmi, ma ormai fissato definitivamente nell'olimpo mitologico dell'Italietta del Novecento, la figura di Garibaldi, in tempi più recenti, fu ripescata in chiave politica da chiunque fosse alla ricerca di una legittimazione del proprio potere.
 
Questo spiega perché “parlare male di Garibaldi” sia ancora oggi politicamente scorretto. Perché è in contrasto con la pretesa di un significato identitario ed unitario del risorgimento che dovrebbe fondare una “memoria storica condivisa”.
 
Ma la realtà del Paese, a partire dal sottosviluppo economico e dalla subalternità culturale dell’attuale Sud, continua a riproporre quotidianamente ed impietosamente i nodi non sciolti dell’unificazione, soprattutto se confrontati con l'evidenza delle scoperte storiche sul Regno delle Due Sicilie, venute alla luce negli ultimi vent'anni.
 
Di Garibaldi che fu lo strumento di quella unificazione, dunque, non si può fare a meno di parlare. Per il Sud discutere seriamente della sua “impresa” è un passaggio obbligato: significa fare i conti con il proprio passato e, insieme, porre le premesse del proprio riscatto.
 
Nel 2007, anno del bicentenario della nascita, l'Editoriale Il Giglio affidò a Gennaro De Crescenzo il compito di tracciare un ritratto di Garibaldi fuori dal mito e dall’agiografia, fuori dalla retorica vecchia e nuova. Sulla base, cioè, di documenti e fonti storiche misconosciute ed occultate e non di pregiudizi ideologici. Il breve saggio divenne un vero best seller di quel bicentenario, l'unico a dire qualcosa di nuovo e di storicamente fondato su un personaggio del quale si dava per scontato tutto, troppo.
 
Presto esaurito, Contro Garibaldi viene oggi presentato in una nuova veste grafica per riproporre, intatta nella sua portata, l'opera di demolizione della mitologia mascherata da storiografia.
 
 
 
 
Gennaro De Crescenzo
Contro Garibaldi.
Appunti per demolire il mito di un nemico del Sud
ristampa 2013
pagine 104 
€ 10,00 (+ spese postali)
 
 
 
 
Condividi questo articolo
 
 
 
 

 

............................................................................................................................

 

 

NOVITÀ  SUL  SITO

Logo_LN.png

 

    n. 79 agosto 2014   bottone_new.gif

 

 

 

Le ultime 8 news

Seminario 2014 - da FC il 09/02/2014 - 13:19

Logo_FC.gifDove attacca la Rivoluzione

 

Seminario_2014_xs.jpg

L'attacco che la Rivoluzione, il processo di negazione e disgregazione dell’ordine naturale, sta sferrando contro l'essenza dell'uomo, colpendolo in tutte le dimensioni che rappresentano le radici della sua stessa umanità, negli ultimi sta conoscendo un'accelerazione esponenziale. 
 
Mai come ora, è possibile cogliere la direzione, il senso di quel "costruire l'uomo nuovo" che la Rivoluzione ha avuto da sempre come obiettivo: manipolare l'identità dei popoli, corrompere i legami sociali tra gli individui, alterare perfino le strutture biologiche più intime dell'uomo, fino a cancellare ogni traccia dell'umanità "fatta ad immagine e somiglianza di Dio".
 
Il seminario 2014 di Fraternità Cattolica, giunto al nono anno, è dedicato agli sviluppi più attuali del processo rivoluzionario, per comprenderli e per combatterli.
 
Articolato in sei incontri, il Seminario inizierà lunedì 24 febbraio.
 
Al termine, le relazioni saranno pubblicate in un opuscolo corredato da un cd che raccoglierà le presentazioni PowerPoint e i materiali di approfondimento utilizzati durante gli incontri.
 
 
 
 
 
 
Condividi questo articolo
 
 
 
 

 

 

 

Leggi il seguito


RICORDANDO L’ULTIMO RE DELLE DUE SICILIEbandiera.jpg

 

 

 
 
 
FrancescoII_00.jpgOltre 200 persone si sono raccolte sabato 28 dicembre nella chiesa di San Ferdinando, a Napoli, per la Messa in suffragio di S.M. Francesco II di Borbone-Due Sicilie nel 119° anniversario della morte (27 dicembre 1894) organizzata dalla Fondazione Il Giglio e dal Movimento Neoborbonico. 
 
Il marchese Pierluigi Sanfelice di Bagnoli, delegato per Napoli e la Campania del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, ha rivolto ai presenti il saluto di S.A.R. Il Principe Carlo di Borbone; il prof. Gennaro De Crescenzo ha ricordato i meriti di un grande sovrano che aveva profetizzato, al momento della sua partenza da Gaeta, che ai napoletani non sarebbero restati “neanche gli occhi per piangere”. 
 
Cavalieri e Dame Costantiniani, con la Guardia d’Onore guidata dal dott. Luigi Andreozzi si sono alternati nell’omaggio alla bandiera delle Due Sicilie, collocata davanti al ritratto dell’ultimo Sovrano delle Due Sicilie. 
 
All’omelia Don Lino Silvestri, Rettore della chiesa di San Ferdinando, ha indicato in Francesco II un modello di Re cristiano, che seppe affrontare la fortuna avversa e la sofferenza dell’esilio. 
 
L’ “Inno del Re” è stato cantato dal soprano Ellida Basso, accompagnata all’organo dal maestro Giuseppe D’Errico. 
 
 
 
 
 
 
 
 
Condividi questo articolo
 
 
 
 

 

 

 

Leggi il seguito


Nel 119° anniversario - da FIG il 26/12/2013 - 18:51

Unitevi intorno al trono de' vostri padri ....bandiera.jpg

 

 

 

 

 

Sabato 28 dicembre, ore 18

chiesa di San Ferdinando

Piazza S. Ferdinando (Piazza Trieste e Trento) - Napoli 
 

S. Messa in suffragio di

S.M. il Re Francesco II di Borbone - Due Sicilie

 

FrancescoII.jpg

 

 

“Unitevi intorno al trono de' vostri padri …. 
Che il passato non sia mai pretesto di vendetta, ma pel futuro lezione salutare. Io ho fiducia nella giustizia della Provvidenza, e qualunque sia la mia sorte, resterò fedele ai miei popoli ed alle istituzioni che ho loro accordate. Fuori di queste basi non ci sarà pel Paese che dispotismo o anarchia.”
 
Francesco II
Gaeta, 8 dicembre 1860
 
 
 
 
 
Condividi questo articolo
 
 
 
 

 

 

 

Leggi il seguito


IL PROGETTO COMPRASUD, UN PATTO PER L’ECONOMIA MERIDIONALE Logo_CompraSud.png

 

 

Logo_CompraSud.png

 

Imprese e consumatori meridionali si sono ritrovati insieme il 12 dicembre all’Hotel Renaissance Mediterraneo di Napoli per la presentazione del “Progetto CompraSud”, nato da un’idea del Movimento Neoborbonico nel 1994. 
 
Marina Carrese, presidente della Fondazione Il Giglio, ha illustrato la formula del Progetto: un patto tra chi produce e chi acquista basato sull’identità culturale comune, per fare crescere l’economia meridionale. Nuovi clienti fidelizzati e motivati per le imprese, sconti ed agevolazioni di acquisto per i compratori. 
 
Il profesor Gennaro De Crescenzo, presidente del Movimento Neoborbonico, ha ricordato le eccellenze produttive del Regno delle Due Sicilie, alle quali è stato dedicato il Calendario delle Due Sicilie 2013.
 
Dieci primi srl”, azienda che produce pasta nella grande tradizione di Torre Annunziata (Napoli), quella del romanzo “Francesca e Nunziata”, di Maria Orsini Natale, ha illustrato con un filmato e diapositive la propria tecnica di produzione. 
 
In sala c’erano stand di “Mattana design”, artigianato napoletano dei metalli preziosi, e della camiceria “Di Bernardo”, un’azienda nata da pochi mesi per iniziativa di un socio della Fondazione Il Giglio. 
 
E ad ascoltare c’era un pubblico di imprenditori ed operatori commerciali, soci e simpatizzanti del Giglio, esponenti del Movimento Neoborbonico. Compratori ed imprese meridionali. Insieme. Per aiutare l’economia del Sud.  
 
 
 
 
 
 
 
Condividi questo articolo
 
 
 
 

 

 

 

Leggi il seguito


LE FERROVIE DELLE DUE SICILIE A PORTICI - da FIG il 18/11/2013 - 01:01

Portici_16112013_2.jpg

INTERVISTA A LUCIO MILITANO E GENNARO DE CRESCENZO  

 
 
 
 
“Le Ferrovie delle Due Sicilie”, il saggio di Lucio Militano (Editoriale Il Giglio, 2013) è stato presentato alla Libreria  “Vocali” di Portici (Napoli).
 
Presente l’autore, che è stato intervistato insieme al prof. Gennaro De Crescenzo, presidente del Movimento Neoborbonico, da  Marina Carrese.  
 
Maria Cristina Orga, responsabile degli eventi della Libreria “Vocali” ha letto brani dal racconto di Gennaro De Crescenzo Ferro e sale, ispirato all’eccidio degli operai di Pietrarsa, compiuto dai bersaglieri il 6 agosto 1863.  
 
Pubblico attento e qualificato, interesse e dediche firmate dall’autore.
 
 
 
 
Portici_16112013.jpg
 
 
Condividi questo articolo
 
 
 
 

 

 

 

Leggi il seguito


Logo_EIG_trasp.png     VocaliPortici.png

 

Sala grande

della 

Libreria Vocali nonsololibri

Viale II Melina, 3 – Portici (NA)
 
 
Sabato 16 novembre 2013
ore 18.00
 
 
presentazione di

Le ferrovie delle Due Sicilie

Editoriale Il Giglio, 2013
 
 
 
 
 
Marina Carrese
giornalista 
 
intervista
 
Lucio Militano
Autore del saggio
 
Gennaro De Crescenzo
Presidente Movimento Neoborbonico
 
 
Nel corso della serata
 
Maria Cristina Orga
 
leggerà brani tratti da Ferro e Sale
 
 
 
 
 
 
 
Condividi questo articolo
 
 
 
 

 

 

 

Leggi il seguito


CON LE BANDIERE DELLE DUE SICILIE IN PELLEGRINAGGIO PER LA TRADIZIONE A SAN PIETRO 

 

 

SP_2013_1.jpgFraternità Cattolica e la Fondazione Il Giglio hanno partecipato al secondo Pellegrinaggio del Coetus Internationalis Summorum Pontificum (Roma, 24-26 ottobre 2103).

 
Sabato 26 ottobre una lunga processione di oltre mille fedeli provenienti da numerosi Paesi della Cristianità ha percorso via della Conciliazione.
Presenti  sacerdoti e religiosi, delegazioni di numerose associazioni e di Ordini cavallereschi. Tra loro le bandiere delle Due Sicilie dei militanti di Fraternità Cattolica.
 
La Messa, in rito romano antico, nella lingua universale della Chiesa è stata celebrata da S. Em. il Cardinale Dario Castrillón Hoyos ed accompagnata dal canto gregoriano della Schola de Saint-Cécile.
 
«Celebrando questo rito – ha detto il Cardinale Castrillón Hoyos all’Omelia - non ci sentiamo soli. Abbiamo secoli di storia e tanti santi. Condividiamo con tutti il calore della fratellanza universale».
 
Un messaggio di saluto è stato rivolto dal Papa ai partecipanti al Pellegrinaggio.
 
 
 
 
 
 
 
Condividi questo articolo
 
 
 
 

 

 

 

Leggi il seguito


 

PELLEGRINAGGIO DELLA TRADIZIONE

 

SP_2013.png
Roma 
sabato 26 ottobre 2013
ore 11:00
 
 
Santa Messa Pontificale 
in rito romano antico
 
celebrata da 
 
S. Em. il Cardinale Dario Castrillón Hoyos
 
cantata dalla
 
Schola Sainte Cécile
 
Partenza in pullman da Napoli
 
ore 6:45, Parcheggio Teatro San Carlo
 
 
Quota di partecipazione € 30,00
 
Posti limitati.
È indispensabile prenotare
 
 
Info: 081 66 64 40        info@editorialeilgiglio.it

 

x

Leggi il seguito


Per i tuoi acquisti online

clicca

 

acquisti.gif

 

e paga con

carta di credito

bonifico

contrassegno

 

card.gif

 

spedizioni postali

o con corriere

 

...................................................

 

Il Giglio

in libreria

 

Napoli
Libreria Neapolis
Via S. Gregorio Armeno, 4
 
Edicola Libreria G. Sansone
Via Manzoni, 19 bis
 
Portici
Libreria Vocali non solo libri
II Viale Melina, 3
 
Caserta
Libreria Guida Caserta
Via Caduti sul Lavoro, 29
 
Capua
Libreria Ex Libris
Corso Gran Priorato di Malta, 25
 
Avellino
Libreria AR
Palazzo de Concilij,
Piazza della Libertà, 1
 
 
SEGUICI ANCHE SU 
 
 
twitter.png
 
 
facebook.png
 
 
youtube.png
 
 
 
Fraternità Cattolica
FCbox.gif
 
 
 
I Seminari di formazione
 
2006
2007
2008
2009
2010
2011
2012
2013
 
 
I documenti
disponibili sul sito
 
 
La Messa di sempre
con testo latino/italiano
 
 
 
 
 
 
 
 
per contattarci
email.gif
 
.................................................
 
 
 
Logo_UnaVoce.gif
 
 
 
 
Eventi
 
A 50 anni dalla Costituzione
Sacrosanctum Concilium
 
 
Quali diritti ha Dio
nella sacra liturgia?
 
Sabato 17 maggio ore 18:30
Hotel Renaissance Mediterraneo
Sala Ulisse
Via Ponte di Tappia,  25 - Napoli
 
conferenza di
 
don Nicola Bux
teologo
 
 
 
 
 
Documenti
disponibili sul sito
 
Motu proprio
di Benedetto XVI
 
Istruzione
Commissione Ecclesia Dei
 
 
 
 
Atri articoli:
 
nella tradizione e nella vita della Chiesa
 
 
 
 
Il Messale Festivo Tradizionale
 
 
 
per contattarci
email.gif
 
.................................................
 
 
SANTE MESSE
in rito romano antico
con canto gregoriano e S. Rosario
 
 
a Napoli
 
DOMENICA E FESTIVI
ore 18:00
chiesa di SAN FERDINANDO
piazza Triete e Trento
(piazza San Ferdinando)
 
ore 12:15
Basilica di S. Paolo Maggiore
P.zza S. Gaetano, 27
 
ore 11:00
Fraternità San Pio X
Cappella dell'Immacolata
Vico S. Maria a Lanzati, 21
 
 
in Campania
 
Sessa Aurunca (CE)
Messa cantata
chiesa di S. Antonino martire
Aulpi di Sessa Aurunca
festivi, ore 9.00
 
chiesa di S. Lorenzo martire
Corigliano di Sessa Aurunca
festivi, ore 11.30
 
feriali, ore 7.30
Aulpi (giorni pari)
Corigliano (giorni dispari)
 
 

 

Visite

 671929 visitatori

 9 visitatori online

^ Torna in alto ^