Marina Carrese

About the Author Marina Carrese


Eutanasia-Terri-Schiavo
Battaglia delle IdeeDifesa Della VitaEutanasia

La “dolce morte” di Terri Schiavo

L’eutanasia è una forma di suicidio o di omicidio legalizzato, la cui orrenda realtà resta evidente nonostante il pesante maquillage fatto di definizioni ipnotiche e di presentazioni falsamente compassionevoli. Infatti, secondo una ben nota e collaudata tecnica – la “finestra di Overton” – messa in atto per abbassare il livello di repulsione che scatta naturalmente in ciascuno di noi di fronte a realtà aberranti, e che provoca l’immediata reazione, l’eutanasia viene propagandata come “pietoso rimedio”, dolce morte” o “uscita dignitosa”. Persone in perfetta buona fede, animate da sincera compassione per chi soffre, sono indotte a pensare che procurare a  se stessi o a una persona cara una morte “dolce” e “dignitosa” possa essere non solo un …

Leggi tutto 0 Comments
Silvio Viale candidato del PD
AbortoBattaglia delle IdeeDifesa Della Vita

Silvio Viale: chi era costui?

Nell’articolo di Stefano Lorenzetto, pubblicato su Il Giornale (2005), il ritratto del medico che ha avviato la sperimentazione della RU 486 in Italia. Raro esempio di coerenza, di una vita spesa per la morte, che nel 2016 è stato “premiato” con la candidatura nelle liste del PD, alle elezioni comunali di Torino. Per meglio sottolineare i propri “meriti”, il dott. Viale ha voluto comparire nelle immagini pubblicitarie della campagna elettorale con in mano le confezioni di Mifegyne, nome commerciale della pillola RU486.     Vi sentireste garantiti se una ricerca sulla pranoterapia venisse affidata a Giucas Casella? E se una commissione d’indagine sul disturbo dell’identità …

Leggi tutto 0 Comments
AbortoBattaglia delle IdeeDifesa Della Vita

Non esiste una parte buona della 194!

L’articolo di Giacomo Rocchi, magistrato presso il Tribunale di Firenze, analizza il testo della legge 194 sull’aborto, e svela le reali intenzioni del legislatore nella composizione di un testo ambiguo e volutamente incoerente, il cui unico scopo era la piena liberalizzazione dell’aborto. Lettura indispensabile per evitare l’equivoco di credere che “se la 194 fosse ben applicata in tutte le sue parti sarebbe una buona legge”, vergognosa affermazione diffusa da movimenti pro vita che, in nome di pretese strategie di apertura al dialogo, hanno abbassato sempre di più il livello della battaglia, finendo per assumere posizioni di compromesso e scoraggiando qualsiasi tentativo di  ricostruzione di un fronte …

Leggi tutto 0 Comments
Battaglia delle IdeeDifesa Della Vita

Difesa della Vita – ABORTO – Ma che dramma e dramma…!

Quello che segue è il testo di un editoriale, a firma di Angela Azzaro*, pubblicato sulla prima pagina di Liberazione – giornale comunista, organo del Partito della Rifondazione Comunista, guidato da Fausto Bertinotti.   La sua lettura, per quanto indigesta, è utile perché il testo esplicita, sin dal titolo, quale sia la reale posizione rispetto all’aborto di quella sinistra che dà in escandescenze ogni qualvolta si nomini la legge 194, anche solo per chiederne l’applicazione integrale. In poche righe, la Azzaro passa dall’allucinazione ideologica, al cinismo politico, al più aberrante vetero-femminismo.   Ci dice, prima di tutto, che l’aborto non …

Leggi tutto 0 Comments
AbortoBattaglia delle IdeeDifesa Della Vita

RU 486: il pesticida umano

La RU 486 è una pillola abortiva, la cosiddetta “pillola del mese dopo”, che consentirebbe l’aborto “leggero”. Comunque si cerchi di indorare questa pillola, si tratta di uno strumento di morte, che il grande genetista Jérome Lejeune definì “pesticida umano”.   Che cos’ è la RU-486 RU-486 è il nome commerciale di un farmaco steroideo a base di mifepristone, un inibitore del progesterone che, assunto precocemente, è in grado di interrompere una gravidanza nell’85% circa dei casi. Viene associato all’assunzione, dopo 48 ore, di prostaglandine in pillole o in candelette vaginali, che favoriscono l’espulsione dell’embrione, raggiungendo così il 95% di …

Leggi tutto 0 Comments
AbortoBattaglia delle IdeeDifesa Della Vita

La 194: e se la tocchiamo?

La legge che nel 1978 legalizzò l’aborto in Italia è considerata una sorta di totem, davanti al quale va ad infrangersi qualunque richiesta di revisione o anche solo di riflessione. Si arriva persino a dichiarare che la 194 non possa essere messa in discussione per il solo fatto di essere una legge dello Stato, quasi che, in questioni giuridiche, il fondamento della verità risieda nelle decisioni del Parlamento e non nelle realtà concrete riconosciute dal diritto naturale. Che gli abortisti – radicali, vetero-femministe e sinistri in genere – facciano di tutto per accreditare la intangibilità della 194 non meraviglia. Non …

Leggi tutto 0 Comments
AbortoBattaglia delle IdeeDifesa Della Vita

Le bugie degli abortisti

Periodicamente, ad ogni minimo cenno di una generica riflessione sull’attualità della legge sull’aborto, vivaci proteste si sollevano dal fronte femminista “in difesa della 194”, vero e proprio totem della cultura contemporanea. Uno dei mantra immancabili in queste occasioni è che la legge avrebbe sconfitto l’aborto clandestino e avrebbe addirittura dimezzato il numero totale degli aborti legali. Inutile precisare che neppure un argomento o un dato reale vengono citati a sostegno di questa tesi, per il semplice motivo che non ce ne sono e che si tratta del solito ritornello da mandare a memoria acriticamente. La verità è che la legge 194 …

Leggi tutto 0 Comments
AbortoBattaglia delle IdeeDifesa Della Vita

L’aborto è sempre omicidio

Le conseguenze della Legge 194/78, che ha legalizzato l’aborto in Italia e lo ha reso “garantito e gratuito” fino alla tredicesima settimana di vita del bambino, senza porre alcun limite, non si esauriscono nei circa 110.000 aborti che ogni anno vengono praticati in questo Paese, nei 5 milioni e mezzo di bambini uccisi in meno di quarant’anni, o in  un tasso di abortività del 25% circa (cioè un bambino abortito volontariamente ogni 4 nati). La 194 ha prodotto altre conseguenze, non meno gravi e devastanti, che condizionano la nostra società e le relazioni individuali, causando squilibri ed orrori che ormai …

Leggi tutto 0 Comments
AbortoBattaglia delle IdeeDifesa Della Vita

“Il grido silenzioso” di Bernard Nathanson

Il dott. Bernard Nathanson (1926-2011), famoso ginecologo di New York, può essere considerato tra i padri della legge del 1973, che liberalizzò l’aborto negli Stati Uniti. Convinto assertore della pratica dell’aborto, Nathanson fu tra i fondatori del NARAL (National Association for the Repeal of Abortion Laws) nel 1969 e direttore del Center for Reproductive and Sexual Health, la più grande clinica d’aborto nel mondo, nella quale ne erano stati praticati 75mila.  Applicando durante un intervento la tecnologia degli ultrasuoni, cioè l’ecografia da poco inventata, rimase sconvolto da ciò che vide e iniziò un percorso di dubbio e di revisione, anche pubblica delle proprie posizioni, cosa che …

Leggi tutto 0 Comments
AbortoBattaglia delle IdeeDifesa Della Vita

Embrione: la scienza non ha dubbi

Se l’embrione sia un “chi” o un “cosa” è la domanda fondamentale intorno alla quale ruota l’intero discorso sull’aborto e sul diritto di tutela della vita sin dal concepimento. La scienza non ha mai espresso dubbi sull’identità dell’embrione, dotato di un codice genetico individuale, unico e irripetibile, che si forma nelle dodici ore successive al concepimento. Sin dal primo istante, ogni pur minima variazione nell’embrione non è altro che una fase fisiologica dello sviluppo, finalizzata all’espressione del suo patrimonio genetico e alla crescita dell’organismo, verso l’autonomia. Nell’arco di 4-5 giorni, l’embrione si annida definitivamente nell’utero per procedere verso fasi sempre …

Leggi tutto 0 Comments