Seminario FC 2006

Le molteplici forme di negazione e di disgregazione che caratterizzano la società e la cultura del nostro tempo sono diversi aspetti di un unico processo che condiziona ormai da cinque secoli la storia dell’Occidente: la Rivoluzione.

Tale processo, adattando la propria marcia ai tempi e ai luoghi in cui si va svolgendo, ha l’unico obiettivo di cancellare quell’ordine naturale che è inscritto nelle cose e nell’uomo, per costruire “un mondo e un uomo nuovi”.

«Esso si trova dappertutto e in mezzo a tutti; sa essere violento e subdolo. In questi ultimi secoli ha tentato di operare la disgregazione intellettuale, morale, sociale […]. Ha voluto la natura senza la grazia; la ragione senza la fede; la libertà senza l’autorità; talvolta l’autorità senza la libertà. […] Ed ecco il tentativo di edificare la struttura del mondo sopra fondamenti che noi non esitiamo ad additare come i principali responsabili della minaccia che incombe sull’umanità: un’economia senza Dio, un diritto senza Dio, una politica senza Dio». (Pio XII, discorso Nel contemplare, del 12.10.1952)

I testi raccolti nel fascicolo a disposizione dei nostri visitatori sono le sintesi delle relazioni tenute nell’ambito del seminario di formazione Alle radici della nostra crisi. La decadenza dell’Occidente da Lutero ai No-global, svolto dall’associazione civico-culturale Fraternità Cattolica, tra marzo e giugno 2006.

Il seminario ha presentato sinteticamente i caratteri storici e concettuali essenziali del processo rivoluzionario, per fornire gli strumenti necessari a coglierne la logica interna e l’unità.

Comprendere le radici della crisi contemporanea vuol dire, infatti, essere in condizione di effettuare una “diagnosi” adeguata del disordine penetrato nella società, nella famiglia, nell’uomo stesso, premessa indispensabile di ogni autentica terapia che deve essere anzitutto di ordine intellettuale e spirituale.

Indice

1. Il protestantesimo alle origini della modernità 

2. Le conseguenze del protestantesimo sul piano politico

3. La rivoluzione francese come tappa del processo rivoluzionario  (spunti dal film Danton, di Andrzej Wajda, 1982) 

4. Il liberalismo

5. Il comunismo

6. La mentalità comunista

7. La quarta Rivoluzione

8. Quarta Rivoluzione ed esoterismo

Le sintesi delle relazioni presentate sono raccolte nei Quaderni di formazione e controinformazione, in un fascicolo rilegato (37 pagine –  € 6,00).

Sono anche disponibili nella sezione Download/Formazione

Seminario 2006 - Alle radici della nostra crisi (619.6 KiB, 693 downloads)