#Tridentina Campania, organizzata dai Coetus Fidelium della Campania e da Una Voce Napoli, ha riunito Sabato 20 Ottobre a Castellammare di Stabia (Napoli) i Gruppi Stabili di fedeli di Napoli, Salerno, Benevento, Bacoli e della stessa Castellammare di Stabia.

Mons. Nicola Bux, teologo e Consultore della Congregazione per le cause dei Santi, ha celebrato nella chiesa del Gesù la S. Messa in terzo, accompagnata dal coro delle Suore del Cuore Immacolato di Maria di Frigento (Avellino). Presente al rito una folta delegazione di Cavalieri dell’Ordine di Malta.

Al termine, nel Museo Diocesano, Don Antonio Cioffi, dell’Istituto di Scienze religiose della Diocesi di Sorrento-Castellammare e Mons. Bux hanno tenuto una conferenza su “La liturgia, fonte e culmine della vita cristiana”.

“La celebrazione odierna – ha affermato Mons. Bux – mette il prete al centro con la sua sede: è diventata una liturgia versus presbyterium, non più versus Deum! Il sacerdote è diventato più importante della Croce, dell’altare e del tabernacolo. Impariamo dalla liturgia orientale e dalla Messa antica – ritenuta a torto clericale – in cui la cattedra del Vescovo e del celebrante stanno a destra e a sinistra dell’altare, in modo da non dare le spalle e da permettere di guardare lo stesso altare e la croce, insieme il grande segno di Cristo, e nello stesso tempo di essere in testa all’assemblea dei fedeli”.

Il Cardinale Crescenzio Sepe, Arcivescovo di Napoli, ha inviato la propria benedizione ed un messaggio ai partecipanti a #Tridentina Campania: “Sono certo che l’iniziativa costituirà un arricchimento per tutti – ha scritto il Cardinale Sepe – favorendo ancora di più il Vostro cammino di crescita umana e cristiana”.

Guarda la notizia in video 

 

Guarda le foto di #Tridentina Campania

 

 

Leggi l’intervento di Mons. Nicola Bux “La liturgia, fonte e culmine della vita cristiana” 

La-liturgia-fonte-e-culmine-della-vita-cristiana (329.8 KiB)