Notizie


Notizie

14 FEBBRAIO 1861: LE ULTIME ORE DEGLI EROI DI GAETA

«Durante i due giorni destinati a discutere i patti della capitolazione, gli assedianti, che rifiutarono una tregua, non ristettero dal molestare la Piazza con i loro proiettili. Si stava per aprire il Parlamento di Torino e si voleva poter annunziare la presa di Gaeta (….) il fuoco acquistò in poche ore una violenza mai avuta: sicché il Cielo stesso pareva fiammeggiante. [«Al toccare della mezzanotte dalle batterie italiane erano partiti 4.397 colpi e da quelle dei borbonici 1.469». Federico Carandini, ufficiale piemontese, L’assedio di Gaeta 1860-1861]. (…) le bombe scoppiano sulle case, sulle chiese e sugli ospedali facendo numerose vittime …

Leggi tutto 0 Comments
Articoli Lettera NapoletanaNotizie

“TERRA DEI FUOCHI”: UNA SENTENZA CONTRO LA DISINFORMAZIONE

(Lettera Napoletana – Dic. 2014) Una sentenza della Cassazione fa luce sulla campagna di disinformazione condotta a proposito della cosiddetta “Terra dei Fuochi”, area compresa tra l’entroterra a Nord di Napoli e la provincia di Caserta, dove da anni vengono sversati rifiuti anche tossici, poi eliminati tramite l’accensione di roghi. La sentenza n. 450001 della I Sezione penale della Corte di Cassazione (Presidente Arturo Cortese, relatrice Maria Stefania Di Tomassi) ha accolto il ricorso di un imprenditore agricolo, Vincenzo Capasso, i cui terreni a Caivano (Napoli), coltivati a pomodori ed altri ortaggi, sono stati sequestrati “a scopo preventivo” il 17 …

Leggi tutto 0 Comments
Notizie

L’OCCIDENTE DI FRONTE ALLA STRAGE ISLAMICA DI PARIGI

Nota di Fraternità Cattolica.   Il settimanale “Charlie Hebdo” è l’espressione di un laicismo nichilista, ostile ad ogni fede, ma la strage dei suoi redattori compiuta il 7 gennaio a Parigi fornisce la misura della ferocia assassina dell’Islam e dell’odio anti-occidentale che lo pervade. Al posto dei giornalisti di “Charlie Hebdo” poteva e potrà trovarsi chiunque difenda i principi fondativi della cultura occidentale che il Cristianesimo ha introdotto: dalla distinzione tra Chiesa e Stato, alla libertà in foro interno, che è la base della libertà religiosa, alla concezione della donna. Principi – come ha fatto lucidamente osservare Papa Benedetto XVI …

Leggi tutto 0 Comments
Notizie

Folla commossa e raccolta alla Messa per Re Francesco

Oltre 100 persone si sono raccolte il 27 dicembre nella chiesa di San Ferdinando di Palazzo, a Napoli, per la Messa in suffragio di S.M. Francesco II di Borbone, organizzata dalla Fondazione il Giglio e dal Movimento Neoborbonico, nel 120° anniversario della morte del sovrano. La Messa è stata celebrata in rito romano antico, in un’ atmosfera commossa. Presente la Guardia d’ Onore dell’ Ordine Costantiniano di San Giorgio, guidata dal dott. Luigi Andreozzi. Le note dell’ “Inno del Re” di Paisiello hanno aperto la cerimonia, mentre la bandiera delle Due Sicilie veniva portata sull’altare dai Cavalieri Costantiniani. Al termine del …

Leggi tutto 0 Comments
Notizie

IL PRINCIPE CARLO PREGA PER S.M. FRANCESCO II DI BORBONE

S.A.R. Il Principe Carlo di Borbone-Due Sicilie ha partecipato alle celebrazioni per i 120 anni dalla morte di S. M. Francesco II (1836 -1894).  Sabato 22 novembre il Principe ha assistito nella chiesa di S. Ferdinando di Palazzo alla Messa di Suffragio per l’ultimo Re delle Due Sicilie e si è raccolto in preghiera in ricordo del suo antenato. Il percorso terreno di Francesco II è stato contraddistinto dalla difesa della dignità e dell’onore napoletano, e dalla santità di vita durante il lungo esilio. La Fondazione il Giglio auspica che i suoi grandi meriti trovino riconoscimento con l’apertura della causa …

Leggi tutto 0 Comments
Notizie

S. M. FRANCESCO II BORBONE, SANTO E SOLDATO

La Fondazione Il Giglio si associa alle celebrazioni per 120 anni dalla morte di S.M. Francesco II di Borbone (Napoli 1836 – Arco di Trento 1894), ultimo Re delle Due Sicilie, promosse dal Movimento Neoborbonico con il patrocinio del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio. Figlio della Beata Maria Cristina, moglie di Ferdinando II e Regina di Napoli, era profondamente religioso e seppe affrontare cristianamente i lunghi anni dell’ esilio e della sofferenza, fino alla morte in solitudine e nell’anonimato, ad Arco di Trento. Ma a soli 23 anni, quando divenne Re, affrontò con coraggio l’aggressione piemontese, l’ostilità di …

Leggi tutto 0 Comments
Notizie

“Corso Ferdinando II di Borbone” a Caserta

Il 12 novembre, il Consiglio Comunale di Caserta, approvando la proposta del consigliere di minoranza Luigi Cobianchi (Futuro e Libertà), ha votato un ordine del giorno che impegna l’amministrazione comunale a ripristinare la denominazione storica di Corso Ferdinando II per Corso Trieste, arteria principale della città. “Si tratta di un omaggio della città di Caserta e del Consiglio Comunale ai Borbone” ha dichiarato il sindaco Pio Del Gaudio (Forza Italia) (“Corriere del Mezzogiorno” on-line, 13.11.2014). Infatti, nella motivazione della proposta viene ricordato il «profondo vincolo che lega indissolubilmente Caserta alla dinastia Borbonica che, di fatto, la creò e la rese …

Leggi tutto 0 Comments