Marina Carrese

About the Author Marina Carrese


seminario2010
Contro-rivoluzioneFraternità CattolicaQuaderni di formazione e controinformazione

La Contro-Rivoluzione in azione

Seminario FC 2010 Dopo aver esaminato le tappe storiche principali del processo rivoluzionario in atto da cinque secoli, dalle più remote a quelle più attuali, ed aver delineato i principi della Contro-Rivoluzione, il Seminario 2010 di Fraternità Cattolica è dedicato all’azione contro-rivoluzionaria. Chi è il contro-rivoluzionario, come si forma, come combatte e quali armi deve usare per opporsi e contrastare l’intossicazione che corrode dall’interno la cultura e la società occidentali, nella quale egli stesso vive ed opera, nel tentativo di cancellare ogni traccia di quell’ordine naturale fondamento dell’uomo e dei corpi sociali che ne permettono la vita e lo sviluppo. …

Leggi tutto 0 Comments
Delbee
1789 Rivoluzione FranceseStoria

Vandea: piccoli eroi, giganti della controrivoluzione

L’articolo fu pubblicato sul numero di febbraio 1996 della rivista di attualità e cultura Appunti a firma di Marina Carrese. La narrazione storica deve necessariamente far riferimento alle grandi linee, agli episodi salienti, ai personaggi di primo piano. I libri ricordano gli eroi, le grandi figure positive o negative che hanno lasciato la loro impronta in un’epoca, che hanno orientato il corso della civiltà con le loro gesta.A ben guardare, però, la grande Storia è, in realtà, l’insieme di tanti piccoli fatti vissuti da tanti piccoli uomini. Spesso, ciò che guardato da vicino sembra essere insignificante, osservato da lontano nel …

Leggi tutto 0 Comments
Charette
1789 Rivoluzione FranceseStoria

Vandea: il canto della controrivoluzione

«La nostra Patria per noi sono i nostri villaggi, i nostri altari, le nostre tombe, tutto ciò che i nostri padri hanno amato prima di noi. La nostra Patria è la nostra fede, la nostra terra, il nostro Re … Loro l’hanno nel cervello; noi la sentiamo sotto i piedi … È vecchio come il diavolo il mondo che essi dicono nuovo e che vogliono fondare senza la presenza di Dio … Ma di fronte a questi demoni che rinascono ogni secolo, noi siamo la giovinezza. Signori! Siamo la giovinezza di Dio!» Françoise-Athanase Charette de La Contrie     La …

Leggi tutto 0 Comments
presepe
Tradizione

Il presepe napoletano

Il primo fu quello voluto da san Francesco. Di ritorno dalla Terra Santa, Francesco pensò di rappresentare la nascita di Gesù in Betlemme perché i fedeli, vedendo con gli occhi del corpo il Mistero dell’Incarnazione del Figlio di Dio, si disponessero a vederlo anche con gli occhi del cuore. Ottenuta la licenza da papa Onorio III, il Santo chiese al cavaliere Giovanni Vellita di allestire, nel bosco intorno a Greccio, il primo presepe con Bambinello, mangiatoia, bue e asino. Era la notte di Natale del 1223: nasceva così quella che sarebbe divenuta una delle principali tradizioni della cristianità. Tradizione popolare, …

Leggi tutto 0 Comments
targaFII
Notizie

PIAZZE PER BERLINGUER E LENNON, OBLIO PER I RE BORBONICI

PIAZZE  PER  BERLINGUER  E  LENNON OBLIO  PER  I  RE  BORBONICI       Lo slargo tra Via Toledo e via Diaz, a Napoli, sarà intitolato all’ex segretario del partito comunista Enrico Berlinguer. Lo ha deciso il sindaco Luigi De Magistris, che ha accolto una proposta del consigliere comunale del Pd Antonio Borriello, ex dirigente del Pci. Il mese scorso la Commissione Toponomastica del Comune aveva dato parere favorevole. La lapide che intitola lo slargo di via Toledo, costruita dal vicerè Don Pedro di Toledo (1484-1553) nell’ambito della forte espansione urbanistica della città, sarà collocata nel corso di una cerimonia con …

Leggi tutto 0 Comments
seminario2006
Contro-rivoluzioneFraternità CattolicaQuaderni di formazione e controinformazione

Alle radici della nostra crisi

Seminario FC 2006 Le molteplici forme di negazione e di disgregazione che caratterizzano la società e la cultura del nostro tempo sono diversi aspetti di un unico processo che condiziona ormai da cinque secoli la storia dell’Occidente: la Rivoluzione. Tale processo, adattando la propria marcia ai tempi e ai luoghi in cui si va svolgendo, ha l’unico obiettivo di cancellare quell’ordine naturale che è inscritto nelle cose e nell’uomo, per costruire “un mondo e un uomo nuovi”. «Esso si trova dappertutto e in mezzo a tutti; sa essere violento e subdolo. In questi ultimi secoli ha tentato di operare la …

Leggi tutto 0 Comments